Impianto elettrico e risparmio energetico

apertura servizio elettricista a Torino
Apertura del servizio elettricista a Torino
giugno 14, 2021
elettricista a Firenze
Servizio elettricista: ricerca di tecnici a Firenze
luglio 29, 2021
Show all
impianto elettrico e risparmio energetico

Come ottimizzare l’impianto elettrico domestico per ridurre i consumi e aumentare il risparmio energetico di casa

L’impianto elettrico domestico ottimizzato deve garantire la massima efficienza dal punto di vista energetico. Vediamo quali sono le caratteristiche di un impianto elettrico e come possiamo ottimizzarlo per ridurre i consumi domestici e risparmiare sulle bollette.

Impianto elettrico e risparmio energetico

L’attenzione ai propri consumi energetici sta diventando sempre più importante per i consumatori. Conoscere quanto si consuma in casa permette infatti di avere una panoramica chiara e aggiornata in merito a quanto consumiamo ogni giorno, indicandoci cosa possiamo modificare per ridurre gli sprechi di energia dentro casa.

Ad oggi, grazie all’innovazione tecnologica abbiamo a disposizione moltissimi strumenti per ottenere un risparmio domestico a partire dai nostri consumi elettrici. Per ridurre la nostra impronta energetica e abbassare la bolletta della luce, una buona abitudine è quella di mantenere ottimizzato il proprio impianto elettrico di casa. Un impianto efficiente permette inoltre di prevenire danni e malfunzionamenti futuri, evitando la sostituzione dell’intero impianto.

Un impianto elettrico non a norma non solo può mettere a rischio la sicurezza ma anche generare inutili sprechi, incidendo negativamente sulle bollette a causa dell’eccessivo dispendio energetico. Al contrario, un impianto elettrico ottimizzato, ovvero in grado di rispettare I più alti standard qualitativi, è in grado di assicurare il massimo comfort domestico ed efficienza energetica, riducendo al minimo gli sprechi di energia. Per ottimizzare l’impianto è necessario rivolgersi a tecnici qualificati in grado di rilasciare una certificazione che attesti la conformità dell’impianto ai sensi di legge.

Caratteristiche dei diversi tipi di impianto elettrico

A seconda dell’ottimizzazione, possiamo avere tre tipi diversi di impianto, nello specifico:

  • Livello 1 – Base: rispetta i minimi standard previsti per un impianto elettrico previsti dalla normativa e si limita a garantire la corretta e continua erogazione dell’energia elettrica in casa, fornendo comunque sicurezza e copertura da incidenti domestici.
  • Livello 2 – Standard: oltre ai parametri del livello 1, il livello 2 prevede l’installazione di dispositivi come sistemi di allarme, videocitofoni, video-sorveglianza, sistemi anti-intrusione per una maggiore sicurezza dell’abitazione e consente di ottimizzare l’uso di energia elettrica e ridurre i consumi.
  • Livello 3 – Domotico: si tratta del massimo sistema di efficienza energetica. Grazie alle tecnologie adottate e ai dispositivi integrati nell’abitazione è, infatti, possibile gestire in modo automatico i diversi impianti di casa quali luci, tapparelle, elettrodomestici, tende, porte, rilevatori di fumo/gas/incendi/allagamenti, telecamere, citofoni. A fronte dell’investimento economico, questo livello, è da considerarsi il più completo, in quanto include tutte le funzioni dei livelli 1 e 2, garantendo il massimo comfort e riduzione degli sprechi energetici.

Installare un sistema domotico permette infatti di ottimizzare le prestazioni dei diversi impianti della casa, ottenendo un importante risparmio energetico, poiché si andrà a evitare in automatico qualunque tipo di spreco di energia elettrica. Per diminuire le spese legate alla bolletta della luce, se non vogliamo installare un impianto domotico, possiamo sempre scegliere di appoggiarci a una migliore offerta di luce e gas, ad esempio appoggiandoci alle energie rinnovabili, scegliendo un fornitore appartenente al mercato libero.

Il trasloco può rappresentare un’ottima occasione per modificare la propria tariffa domestica. Ricordiamo che, se la nuova casa è sprovvista di un contatore, dovremo fare richiesta per un
allacciamento delle utenze: sarà poi compito del distributore locale, provvedere alla posa del contatore. Se invece nella nuova abitazione il contatore è presente e attivo, dovremo fare richiesta per una voltura luce e gas. Se vogliamo modificare la tariffa internet sul nostro smartphone è importante prima confrontare le migliori offerte, ad esempio quelle di Fastweb mobile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Valutato 5/5 su 3 recensioni